Icon

Sport e Benessere

PICCOLI SEGRETI PER ESSERE BELLA E DINAMICA. OGNI GIORNO DEL MESE.

Alimentazione

Come seguire una dieta senza rinunciare alla vita sociale

4 settimane fa

Chiariamo un concetto fondamentale: essere a “dieta” non vuol dire sottostare a restrizioni, privazioni alimentari o chiudere del tutto con la vita sociale. Essere a “dieta” non significa essere reclusi in un carcere!

Se si fa un’analisi etimologica del termine “dieta”, si scopre che, per gli antichi greci, la parola significava “stile di vita”: questo per dirvi che nel corso degli anni è stato storpiato il suo significato, riferendosi ad esso con un senso di privazione e “sacrificio” alimentare.

Essere a “dieta”, o meglio ancora, intraprendere un regime alimentare sano e adeguato, vuol dire applicare scelte alimentari consapevoli sugli alimenti che si stanno introducendo, ciò si traduce nel preferire alcuni cibi più funzionali e salutari al dispetto di altri sfavorevoli per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Detto questo, vi sveliamo che si possono adottare delle “strategie nutrizionali” per “sgarrare” in modo corretto, quando ad esempio si presenta l’occasione di andare a pranzo o cena al ristorante, oppure ci si ritrova a fare un aperitivo con amici.

Per non sbagliare eccessivamente basta seguire alcune semplici regole!

Non si dovrebbe far coincidere, all’interno della stessa giornata, sia pranzo sia cena al ristorante. Fate la vostra scelta!

 

GIF2

 

 

Non saltate i pasti! Seguite tutte le indicazioni del nutrizionista, altrimenti arriverete con una fame da lupi all’aperitivo o al ristorante.

Come antipasto scegliete un abbondante piatto di verdure, possibilmente crude o grigliate, condite con olio extravergine di oliva e limone.

Per la portata principale optate per cose semplici, come carne bianca, pesce alla griglia o delle uova. Un no categorico alle pietanze eccessivamente condite o elaborate, ai fritti o ai dolciumi.

 

GIF3

 

Per quanto riguarda le bevande, bevete acqua naturale. Se volete fare un brindisi, concedetevi tra un bicchiere di vino rosso, un calice di champagne o una birra piccola. Da escludere le bibite gassate, succhi di frutta o i super alcolici e amari di fine pasto.

Al termine della cena se tutti prendono un dolce ordinate possibilmente dell’ananas o comunque della frutta fresca di stagione, sarà il vostro “special dessert”.

Pagine: 1 2
Redazione Lunastorta

Il servizio di domande alle dottoresse non è attivo durante il week end e festivi, nel frattempo puoi consultare le altre domande e risposte in questa sezione